L’Editoriale di Carlo Santi

Lunedì 24 giugno alle ore 10.30 presso Villa Settembrini a Mestre si firmerà l’atto costitutivo, lo Statuto e si eleggeranno le cariche sociali (Presidente, Direttivo, Segretario, etc.) della nuova associazione di editori veneti denominata “Associazione delle Piccole e Medie Imprese editoriali del Veneto“, in breve AEV (Ass. Editori Veneti).

L’Associazione, autonoma e indipendente e quale espressione delle imprese editrici venete, si prefigge di rappresentare, assistere e tutelare gli interessi morali e materiali degli associati, promuovere tutte le iniziative che possano contribuire alla conoscenza e alla diffusione in tutte le sue forme del prodotto editoriale, favorire lo studio e la trattazione dei problemi che riguardano direttamente o indirettamente lo sviluppo dell’editoria in Veneto. In particolare ha come finalità primaria l’aggregazione degli editori veneti per costituire un qualificato punto di riferimento per l’editoria veneta in ambito regionale, nazionale e internazionale e rappresentare gli interessi degli associati nei rapporti con enti e istituzioni (sia pubblici che privati) nonché con le associazioni rappresentative di categoria. (Dall’art. 4 dello Statuto)

L’associazione vuole affrontare vari e importanti argomenti, fra questi:

  • la promozione e distribuzione;
  • organizzazione fiere e saloni nazionali;
  • internazionalizzazione, traduzioni;
  • organizzazione convegni legati all’editoria;
  • organizzazione fiere del libro venete e cicli di presentazioni;
  • organizzazione e gestione premi letterari;
  • gestione bandi europei e altri contributi.

La CIESSE aderisce e ne è socio fondatore.