Fonte: Life Factory Magazine

by Libriinunmondorosa

TUTTO IL RESTO VIEN DA SE’, un romanzo di Antonella Zucchini

Tutto il resto vien da sé diceva sempre la Loretta a suo figlio Carlo, oggi Don Carlo. Questa storia viene appunto narrata in parte  da quest’ultimo, il protagonista. Una storia vera, ambientata nel periodo della seconda guerra mondiale con l’occupazione nazista a Sesto fiorentino che proseguirà con il  periodo del dopo guerra fino ad arrivare all’epoca più recente ed attuale.

Ad ogni capitolo infatti viaggeremo tra il passato ed il presente ricordando quanto gli avvenimenti passati abbiano inciso sulle scelte di vita future. Una storia triste, struggente, straziante, realistica, dura e a tratti bella e dolce grazie alla purezza di alcuni personaggi. Perché di personaggi ce ne saranno svariati, ognuno con la sua storia da raccontare. Ognuno a modo suo vi farà emozionare in un mix di narrazione dettagliata e dialoghi schietti, sinceri, decisi in un favoloso dialetto toscano che renderà il tutto ancora più autentico arrivando così  dritto al cuore. La storia si svolge a Sesto Fiorentino.

Ci svela la vita di Carlo da lui bambino a lui nella veste attuale di Don Carlo. Ci racconta di sua madre e dell’amore smisurato che ha sempre nutrito nei suoi confronti fino ad arrivare ad una forma di odio del quale con il tempo si pentirà , ci sottolinea il rapporto con i suoi compagni di scuola e successivamente con i seminaristi durante il suo percorso per diventare un uomo di chiesa, ci racconta del fascismo e del nazismo e di quanto abbia inciso sulla vita di ogni persona, insomma descrive tutto nel dettaglio facendo provare così svariate emozioni al lettore, dalla lacrima , alla rabbia ed al sorriso.Il percorso interiore di Don Carlo toccherà diverse tappe fino ad arrivare a quella più importante , quella finale ossia il perdono.  Viene raccontata in modo accurato la vita di Loretta, la madre di Carlo. L’ho trovata molto interessante, una donna che nonostante le sofferenze è sempre stata tenace e combattiva. Ci mostra l’amore tra lei ed Alvaro, il ragazzo più bello del paese che tutte le ragazze volevano. Ma lui voleva solo lei , la Loretta che appunto diventò presto sua moglie. Un amore vissuto in lontananza a causa della guerra, tra missive, un matrimonio veloce, il vociferare della gente di paese ed un tradimento , quello da parte di Loretta che si innamorò perdutamente del nemico , un tedesco, Heinrich, che le fece battere il cuore più di chiunque altro. Una vita difficile per una donna forte che riuscirà poi dopo anni di patimenti  a trovare un uomo bravo che le vorrà bene, il padre di Carlo. Riuscirà così  a sopravvivere alle sue tragiche e travagliate vicende fino a spegnersi in tarda età.

Inoltre troveremo altri personaggi particolari tra cui l’Uccelaia, una donna strampalata che tra decotti e riti scorge il futuro ancora prima che accada. Le donne di paese che vanno avanti a pettegolezzi e sotterfugi. Don Luigi,un vero uomo di chiesa, la perfida suocera e matrigna di Loretta e insomma tanti altri.  Una storia che ci ricorda la guerra nel  nostro paese ma lo fa con delicatezza, senza essere mai pesante anzi coinvolgente e scorrevole grazie al punto di vista di ogni personaggio che vi farà entrare a pieno nella storia vivendo ogni attimo descritto insieme a lui. Vi farà amare ogni capitolo arrivando così velocemente alla fine.

Ho pianto, sorriso, riso, mi sono commossa e mi sono incuriosita a conoscere il pensiero di ognuno di loro provando a capire quanto dolore potessero provare , quanta poca libertà potessero sentire e quanta voglia di rinascita potessero sperare!

Un racconto profondo ed intenso che tocca un tema importante sdrammatizzato da questi protagonisti che come attori su un palcoscenico ci sottolineano i valori veri della vita quelli che al giorno d’oggi a volte ignoriamo e che invece all’epoca erano fondamentali, senza i quali ci si sentiva spaesati e perduti per sempre.

Un inno a ricordare il nostro più lontano passato pieno di ingiustizie e crude realtà, ma anche ricco d’amore quello viscerale che parte da dentro e non si può controllare. Assolutamente da leggere!

 

Guidizio: 5/5