L’Editoriale di Carlo Santi

Quando nel 2010 pensai di costituire la CIESSE non avrei mai scommesso che questa attività diventasse la mia occupazione principale. Nata quasi per scherzo, pensata da me e altri quattro amici scrittori, poi persi lungo un cammino non privo di difficoltà, la CIESSE Edizioni si è pian piano creata il suo spazio fino a diventare una casa editrice che oggi esprime con orgoglio una “editoria di qualità”.

Nel 2010 feci un salto nel vuoto, e senza paracadute. Mi resi subito conto che il problema principale era la distribuzione, nessuno voleva una casa editrice appena nata, le statistiche indicavano in tre anni la vita di una nuova attività editoriale, per cui nessun distributore si fidava. Inoltre all’inizio avevamo pochi titoli in catalogo, ne servivano almeno trenta. Feci un grave errore: per essere considerato dai distributori, pubblicai trenta titoli in meno di tre mesi. In quel caso l’editing veloce non fu una buona idea, anzi, piovvero critiche da parte di molti lettori che quasi ci stroncarono sul nascere.

È stato comunque un bene, mi resi conto che l’editing è uno strumento essenziale, irrinunciabile, di certo la qualità fa la differenza. Da quell’esperienza l’editing approfondito per la CIESSE è un fattore determinante, arrivando anche a disdire il contratto di edizione nei casi in cui l’autore si rendesse ostico nel modificare il proprio testo, pensando, chissà come e perché, che la revisione possa in qualche modo sminuirlo come scrittore.

Poi mi resi conto che anche i distributori non hanno la vita lunga. Di sei distributori, oggi ne sono rimasti due: Libro Co Italia e FastBook, tutti gli altri hanno chiuso o sono falliti e per questo ho perso un bel numero di libri e anche parecchi soldi. Questo per dire che non è semplice muoversi nel mondo imprenditoriale, men che meno in quello editoriale dove sette grandi gruppi rappresentano il 90% dell’intero mercato letterario nazionale e dove le librerie e distributori chiudono a una velocità incredibile.

A parte tutto, eccoci qui a celebrare questo primo decennio di attività editoriale, vissuti fra alti e bassi, ma per fortuna si resiste.

Gennaio 2020 segna l’inizio del decimo anno di attività CIESSE Edizioni. Lo considero un obiettivo raggiunto, ma non l’unico da tenere in considerazione. Questo decennale ci sarà utile per una riflessione profonda e per fissare altri obiettivi importanti. Nel 2010 risposi così a una domanda che mi era stata posta: “La CIESSE è una piccola casa editrice che vuole diventare grande; non ora, non domani, ma nel futuro”. Nel futuro, quindi, anche se non si sa quale, ma è pur sempre l’obiettivo che mi sono posto. Più facile a dirsi che a farsi, ma è bene non aver fretta, tutto avverrà secondo i tempi che saranno necessari.

Quando si parla di CIESSE è naturale pensare ai libri. Ogni mese pubblichiamo la “Top Ten”, la classifica dei dieci titoli più venduti nel mese e a gennaio di ogni anno la “Top Twenty”, cioè la classifica dei venti titoli più venduti nell’anno precedente.

In questa occasione pubblico la “Top Twenty” del decennio 2010-2020: cioè dieci anni di libri. Libri cartacei, perché per gli eBook è un problema fare la medesima classifica, visto che i report dei vari eBook Store vengono conservati per un periodo limitato.

Duecentocinquanta libri pubblicati, centomila libri e circa trentamila eBook venduti; questi i numeri CIESSE registrati in questo decennio. Alcuni titoli sono ormai fuori catalogo, ma la maggior parte di loro sono ancora in commercio, e lo saranno per molto tempo.

Il primo libro pubblicato nel 2010 è il mio Thriller Storico LA BIBBIA OSCURA, il secondo episodio della saga in cui troviamo il protagonista Tommaso Santini, il monaco benedettino a capo di un’agenzia segreta del Vaticano. IL QUINTO VANGELO, primo libro della saga, era sotto contratto con altro editore, potei  quindi ripubblicarlo in CIESSE solo l’anno dopo, nel 2011. Ed ebbi ragione, IL QUINTO VANGELO lo troviamo al primo posto della Top Twenty del decennio, ancora oggi risulta imbattuto con dati di vendita davvero impressionanti per un esordiente, com’ero io a quel tempo. Di fatto il 10% delle vendite riguardano proprio questo titolo, a cui sono legato da profonda gratitudine, seppur non è quello che considero il mio miglior libro. Ma se è la regola commerciale quella che conta, direi che IL QUINTO VANGELO ha ragioni da “vendere”.

Altro titolo da record è il romanzo storico di Taras Stremiz, IL CAVALIERE DI SAN GIOVANNI, un libro presente nelle classifiche mensili ancora oggi, ma nella classifica troveremo anche il suo secondo titolo IL CAVALIERE E LA CROCE. Vanno citate autrici come Jenny Gecchelin con il suo romanzo storico LE CINQUE COLOMBE, come anche Laura Rico con il suo romanzo BALLERINE DI CARTA, o Antonella Zucchini con due suoi romanzi, TUTTO IL RESTO VIEN DA SÈ e LA FORMA IMPERFETTA DELLE NUVOLE, altresì Roberta Di Odoardo con il giallo veneziano IL SEGRETO DEI TRE CAMPANILI. Unico titolo per ragazzi in questa classifica è il romanzo illustrato di Chiara Benciolini e il suo LA CERTOSA MISTERIOSA.

Gli altri autori che hanno contribuito a farci crescere sono Maurizio Blini con i suoi gialli UNICO INDIZIO UN ANELLO DI GIADA e R.I.P. – RIPOSA IN PACE, o Stefano Visonà con il legal thriller NON TI SVEGLIARE, altresì Alessandro Maurizi con il giallo IL VAMPIRO DI MUNCH e Salvatore Galvano con il suo military thriller IL TARLO. E come non citare l’amico recentemente scomparso Marco Aluigi che, assieme al vice campione del mondo di calcio 1994 Dino Baggio, sono i coautori del libro GOCCE SU DINO BAGGIO. Ricordo la presenza oceanica di giovanissimi alle loro presentazioni, tutti in coda per avere un autografo dal campione.

Non solo autori “storici”, ma anche contemporanei, cioè coloro che non solo hanno contribuito “alla grande” per la CIESSE, ma che contribuiscono ancora oggi. Primo fra tutti cito Renato Costa, scrittore, editor e amico personale, il suo romanzo storico LA GUERRA DI DON PIERO scala la classifica da sempre. Menzione speciale va a Silvia Pascale, è quasi tutta sua la collana Le nostre guerre; collana che racconta la storia degli anni più bui della nostra nazione e di tutta l’Europa. I suoi libri, FIORI DAL LAGER e COME STELLE NEL CIELO sono entrambi presenti nella Top Twenty del decennale.

Cito per ultimo, ma non certo perché ricopre questa posizione, anzi direi tutt’altro, l’amico Martino Panico con il suo UN MINUTO IN PIÚ. Martino è l’uomo dei record 2019 e si guadagna anche un posto d’onore nella Top Twenty decennale.

La classifica che segue è quindi la storia della CIESSE costruita in dieci anni. Una storia fatta di libri ma anche di autori capaci e di qualità, con taluni sono nate amicizie che vanno oltre al rapporto commerciale. Per alcuni di loro si tratta di indubbio talento letterario, che nulla ha a che invidiare ai grandi nomi della letteratura italiana, ma, solo per il fatto di essere sconosciuti, essi camminano o hanno camminato nell’ombra.

Ma ciò non li sminuisce affatto, anzi.

Carlo Santi

Editore CIESSE Edizioni

 

IL QUINTO VANGELO, un thriller storico di Carlo Santi

  1. IL QUINTO VANGELO DI CARLO SANTI
  2. IL CAVALIERE DI SAN GIOVANNI di Taras Stremiz
  3. LA GUERRA DI DON PIERO di Renato Costa
  4. LE CINQUE COLOMBE di Jenny Gecchelin
  5. TUTTO IL RESTO VIEN DA SÈ di Antonella Zucchini
  6. NON TI SVEGLIARE di Stefano Visonà
  7. IL VAMPIRO DI MUNCH di Alessandro Maurizi
  8. UN MINUTO IN PIÚ di Martino Panico
  9. GOCCE SU DINO BAGGIO di Marco Aluigi e Dino Baggio
  10. IL CAVALIERE E LA CROCE di Taras Stremiz
  11. IL TARLO di Salvatore Galvano
  12. ALLUXINATI di Nicola Pegoraro
  13. UNICO INDIZIO UN ANELLO DI GIADA di Maurizio Blini
  14. BALLERINE DI CARTA di Laura Rico
  15. LA FORMA IMPERFETTA DELLE NUVOLE di Antonella Zucchini
  16. R.I.P. – RIPOSA IN PACE di Maurizio Blini
  17. FIORI DAL LAGER a cura di Silvia Pascale
  18. IL SEGRETO DEI TRE CAMPANILI di Roberta Di Odoardo
  19. COME STELLE NEL CIELO di Silvia Pascale
  20. LA CERTOSA MISTERIOSA di Chiara Benciolini